oh sheep!

La lettera aperta in difesa dell’immunità di Gregge è stata firmata da persone che non esistono, omeopati autodidatti e un cantante mongolo

white sheep on brown field during daytime

Giovedì scorso è stata resa pubblica una lettera aperta firmata da diversi medici e scienziati che difendono l’immunità di gruppo. Questo venerdì, tuttavia, Sky News ha scoperto che molti dei nomi dei firmatari la dichiarazione sono falsi.

La cosiddetta Dichiarazione di Great Barrington, una lettera organizzata da eminenti sostenitori dell’immunità di gregge, è stata presentata come firmata da più di 15.000 scienziati e medici, nonché più di 150.000 membri del pubblico in generale. Ma Sky News ha trovato dozzine di nomi falsi nell’elenco dei firmatari medici, una realtà rafforzata dalla possibilità di registrare qualsiasi nome attraverso il sito web della dichiarazione.

Tra molti nomi ovviamente falsi, come “Dr. Johnny Bananas “o” Dr. Nomefalso persona ” ce ne sono altri meno ovvi come il dottor Harold Shipman, un medico generico del Regno Unito (serial Killer) che è stato arrestato nel 1998, dopo aver ucciso almeno 200 pazienti.

Sono stati scoperti 18 omeopati autoproclamati questo in una lettera che viene venduta come firmata da medici e scienziati, circa 100 terapisti e persino un cantante mongolo, di Khöömii, che si definisce un “sano praticante terapeutico”.

Questa lettera è stata ampiamente criticata dagli esperti di salute pubblica, che la accusano di travisare il livello di sostegno alla controversa nozione di immunità di Gregge. 
Sebbene l’idea dell’immunità collettiva abbia alcuni importanti sostenitori e la Dichiarazione di Great Barrington sia stata firmata da molti scienziati e professionisti medici rispettati, la stragrande maggioranza degli esperti nel campo ne rifiuta l’approccio, di recente, il capo scienziato dell’OMS Soumya Swaminathan ha ammonito i “Difensori dell’immunità di Gregge” che non devono dimenticare che i giovani possono anche “ammalarsi gravemente, morire o soffrire di complicazioni di salute croniche”.

La Dichiarazione di Great Barrington prende il nome dalla città degli Stati Uniti in cui è stata scritta. È stato avviato dal professor Martin Kulldorff, dal professor Jay Bhattacharya e dalla professoressa Sunetra Gupta e chiede ai governi di consentire alle persone più giovani e meno vulnerabili di contrarre il coronavirus, incoraggiando così l ‘immunità di gregge tra la popolazione. Questo mentre le persone più vulnerabili ricevono una “protezione specifica”.

Michael Head

Sebbene non si sappia quando siano apparsi i falsi nomi o quanti medici e veri specialisti esistano nell’abbonamento alla lettera, alcuni medici sono giunti a criticare le conclusioni della lettera. 

Michael Head, ricercatore senior in salute globale presso l’Università di Southamptom, ha affermato di dubitare che la popolazione a rischio sarebbe immune al virus se avesse iniziato a circolare liberamente tra la popolazione sana, come sostiene la lettera.

 “In definitiva, la Dichiarazione di Barrington si basa su principi che sono pericolosi per la salute”

Fine della storia