Dubbi sull’efficacia del vaccino russo contro il CoronaVirus

red white and blue tube

L’annuncio del presidente russo Vladimir Putin che il suo paese svilupperà il vaccino Corona ha avuto un’ampia eco nel mondo che attende speranza per affrontare il “nemico dell’umanità”. “Il vaccino fornisce un’immunità sostenibile”, ha detto Putin in una videochiamata con i suoi ministri di gabinetto, indicando che una delle sue figlie ne ha ricevuto una dose e aveva una temperatura “leggermente” alta.

La Russia non ha pubblicato alcuno studio dettagliato sui risultati degli esperimenti che le hanno consentito di confermare l’efficacia del vaccino, e non lo ha condiviso con nessun organismo internazionale.

Fauchi

Il dottor Anthony Fauci, direttore dell’America’s National Institute of Allergy and Infectious Diseases, ha affermato di dubitare seriamente che la Russia abbia dimostrato che il suo vaccino è sicuro ed efficace. Fauci ha aggiunto, in estratti dalla sua intervista con ABC News, trasmessa giovedì, “Spero che i russi abbiano già e categoricamente dimostrato che il vaccino è sicuro ed efficace … Dubito fortemente che lo abbiano fatto”.

Germania

Da parte sua, il ministero della Salute tedesco ha messo in dubbio “la qualità, l’efficacia e la sicurezza” del vaccino russo. Una portavoce del ministero del gruppo tedesco “RND” ha dichiarato: “Non si conoscono informazioni sulla qualità, efficacia e sicurezza del vaccino russo”, sottolineando che “la sicurezza dei pazienti nell’Unione europea è una priorità assoluta”.

La portavoce tedesca ha aggiunto: “Bisogna dimostrare che l’equazione uso-rischio è positiva prima di commercializzarla”, sottolineando che attualmente non ci sono contatti a Berlino con i russi a questo proposito.

OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha commentato con cautela l’annuncio russo, ricordando che la “fase di pre-autorizzazione” e la licenza del vaccino sono soggette a meccanismi “rigidi”.

I ricercatori esprimono preoccupazione per il rapido sviluppo dei vaccini russi, temendo che alcuni passaggi possano essere aggirati per accelerare il lavoro sotto la pressione delle autorità e per impiegare la questione politicamente.

Vitaly Zverev, professore e capo laboratorio presso l’Istituto di ricerca Michnikov, ha detto all’AFP che è troppo presto per certificare un vaccino che non è stato testato abbastanza per garantirne la sicurezza.

Ha continuato: “È impossibile verificare la validità di un vaccino in un periodo di tempo come quello che ci separa dall’inizio dell’epidemia”, aggiungendo che le aziende biomediche russe che dovrebbero produrre il vaccino non erano abituate a questo né alla tecnologia avanzata che dovrebbe essere utilizzata,